Masterclass

Studi nudi di improvvisazione teatrale

Masterclass 2017-06-02T14:56:04+00:00

INFO

  • Docenti: Cossa/Lobello/Vellucci
  • Frequenza: 1 sera a settimana

Le Masterclass di Assetto Teatro partono dal lavoro fatto sul progetto “Naked”, spettacolo di Teatro Improvvisato che ha avuto un grande successo nella stagione passata e che sarà presente in diversi teatri romani, e non solo, per la stagione 2016/17.

Andando all’essenza dell’improvvisazione, senza strutture, senza orpelli, ma lavorando sul corpo, sul personaggio e sulla drammaturgia delle relazioni, si può realmente lavorare su quella che è definita l’improvvisazione pura.

Tre sono i percorsi di questa stagione, ognuno con una tematica specifica:

  • il personaggio
  • la drammaturgia delle relazioni
  • la short form narrativa

Ogni percorso avrà un docente di riferimento, ma all’interno saranno presenti dei moduli di Giorgia Giuntoli su tutti gli aspetti puramente teatrali e degli altri insegnanti che completano il percorso didattico.

Patrizio Cossa e Fabrizio Lobello lavoreranno sulla Long Form narrativa, uno spettacolo unico con improvvisazioni di più ampio respiro.

Max Vellucci lavorerà invece sulla Short Form narrativa, ossia improvvisazione più brevi ma non basate sui “game” improvvisativi, ma sulla struttura dei racconti brevi, con la loro drammaturgia e i loro personaggi strutturati.

Durante il corso dell’anno, ogni mese e mezzo i gruppi andranno in scena con delle prove aperte all’interno della rassegna MAGMA del teatro Porta Portese.

lobello_striscia

Il percorso di Long Form narrativa proposto da Assetto Teatro è un lavoro trasversale per tutti coloro che hanno almeno 3 anni di Improvvisazione Teatrale. Si andranno ad analizzare le formule che muovono la narrazione, la verticale del personaggio e la relazione tra chi c’è in scena.

Fabrizio Lobello propone un percorso di Long Form basato sui personaggi, sulla loro struttura e sulla loro verticale, intesa come i fili invisibili che muovono le scelte del personaggio.

Obiettivo del percorso è quello di creare personaggi credibili, coerenti e verosimili, capaci di vivere per un ora di spettacolo e di modificarsi grazie a quello che avviene in scena, non per una perdita di concentrazione dell’attore.

Durante l’anno accademico, il blocco centrale delle lezioni sarà tenuto da due moduli integrativi, uno condotto da Giorgia Giuntoli sull’aspetto più teatrale della scena e uno daPatrizio Cossa su la drammaturgia della storia.

Il numero massimo di partecipanti è di 16 per classe, al fine di creare due sottogruppi da 8 partecipanti, per lo spettacolo finale. La long form finale sarà strutturata ad hoc per il gruppo, in accordo con il docente e rappresentata presso il teatro Porta Portese.

MATERIE DI STUDIO:

  • Mappatura fisica di un personaggio
  • Studio della prossemica
  • Elementi di regia
  • Reazione agli stimoli esterni
  • Verticale immediata di un personaggio
  • Lavoro sul corpo, sullo spazio scenico e sul mantenimento del personaggio
papo_striscia
Il percorso di Long Form narrativa proposto da Assetto Teatro è un lavoro trasversale per tutti coloro che hanno almeno 3 anni di Improvvisazione Teatrale. Si andranno ad analizzare le formule che muovono la narrazione, la drammaturgia orizzontale e verticale e la relazione tra chi c’è in scena.

Patrizio Cossa propone un percorso sulla drammaturgia di una storia, su come si scrive un racconto e come si porta avanti la scena. Partendo dalle relazioni, come queste si possono sviluppare in una narrazione cosiddetta orizzontale.

Durante l’anno accademico, il blocco centrale delle lezioni sarà tenuto da due moduli integrativi, uno condotto da Giorgia Giuntoli sull’aspetto più teatrale della scena e uno daFabrizio Lobello sulla verticale del personaggio.

Il numero massimo di partecipanti è di 16 per classe, al fine di creare due sottogruppi da 8 partecipanti, per lo spettacolo finale. La long form finale sarà strutturata ad hoc per il gruppo, in accordo con il docente e rappresentata presso il teatro Porta Portese.

MATERIE DI STUDIO:

  • Narrazione e struttura di una storia
  • Analisi orizzontale della drammaturgia
  • Gli strumenti dello scrittore di improvvisazioni
  • Scrittura creativa
  • Tecniche di long form
  • Flashback e Flashforward con cambio di punto di vista
  • Finali e false vittorie
max_strisciaIl percorso di Short Form narrativa proposto da Assetto Teatro è un lavoro trasversale per tutti coloro che abbiano almeno 3 anni di Improvvisazione Teatrale.

Le tecniche di narrazione, di creazione del personaggio e di relazione possono e devono essere applicate anche alle improvvisazioni più brevi, in quei format anche detti di Short Form.

Max Vellucci presenta un programma di lavoro sulle improvvisazioni brevi (massimo 10 minuti) al cui interno sono presenti però tutti gli elementi della narrazione classica, senza necessariamente sfociare nella macchietta ma creando personaggi credibili e storie interessanti.

Durante l’anno accademico, il blocco centrale delle lezioni sarà tenuto da due moduli integrativi, uno condotto da Giorgia Giuntoli sull’aspetto più teatrale della scena e uno da Patrizio Cossa sulla velocità di reazione del personaggio.

Il numero massimo di partecipanti è di 16 per classe, al fine di creare due sottogruppi da 8 partecipanti, per lo spettacolo finale.

La finalità sarà quindi quella di creare un format ad hoc che possa unire, integrare e intersecare le diverse short. Lo spettacolo verrà inoltre sperimentato più volte durante il percorso al fine di migliorarlo e modificarlo prima di andare in scena a fine anno presso il teatro Porta Portese.

MATERIE DI STUDIO:

  • Struttura di una improvvisazione short
  • Strumenti da applicare in una short
  • Transizioni, cambi onirici e divagazioni
  • Narrazione orizzontale immediata
  • Verticale immediata di un personaggio
  • Lavoro sul corpo, sullo spazio scenico e sul mantenimento del personaggio nel breve periodo
Per saperne di più contattaci